TOTALE MA SICURA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ AL POLO SPORTIVO

Il Polo Sportivo sta vivendo una stagione inedita, più unica che rara.

Se delle estati scorse vi ricordate un parco esterno gremito di centinaia di persone, con moltissimi bambini a coprire quasi interamente il verde dei 15.000 mq di prato, bene, quest’anno aspettatevi uno scenario molto diverso.

Complice l’annullamento di numerosi grest estivi, per il pubblico rimane un ampio spazio per poter godere del relax di cui tanto si ha bisogno, ma anche di un fresco divertimento. A disposizione, oltre alla piscina olimpionica con scivoli e alla vasca per i più piccoli, ci sono un campo da calcetto, due da beach volley completamente rinnovati, due nuovi campi da calcio-tennis e l’area giochi “Laguna Bianca” dedicata ai bambini

Forse qualcuno potrebbe essere frenato dal rispetto delle regole, che però sono davvero limitate.
Si può accedere infatti al parco senza prenotazione, compilando solo un’autocertificazione e ritirando un badge d’accesso che consente la creazione di un registro delle presenze. Per il resto tutto è rimasto invariato, ma con livelli di prevenzione rinforzati, per garantire la sicurezza degli utenti.

Chiediamo al direttore del Polo Sportivo, Nicola Benedetti, come sta andando la riapertura dell’impianto:

Questa situazione anomala di sicuro non ci è favorevole, ma nello stesso tempo ci sta dando la possibilità di reinventarci. Abbiamo reagito, offrendo proposte adattate al nuovo modo di vivere lo sport e le attività in programma. Per la prima volta chi verrà al nostro parco esterno potrà stare ad agosto in un luogo rilassante, divertente e sicuro. Sarebbe un peccato non cogliere questa occasione!

Dal 15 giugno tutti i corsi adulti hanno ripreso la loro normale programmazione e dal 29 giugno anche i bambini e i ragazzi hanno potuto riprendere la loro attività, tutto nel pieno e scrupoloso rispetto delle normative igienico-sanitarie dettate dalle federazioni di riferimento. Il 29 giugno è iniziato inoltre il Nuoto Camp pomeridiano, che nelle prime quattro settimane ha già registrato un centinaio di bambini di età compresa tra i 6 e agli 11 anni. 

Il riscontro è stato molto positivo!