Si torna finalmente a regatare

Mai come in questo periodo il motto dannunziano “Arripe Remos” è attuale e di incoraggiamento per i nostri atleti. A inizio marzo infatti, visto il rapido diffondersi del contagio, il Consiglio Direttivo della società ha deciso di sospendere tutte le attività sportive delle nostre squadre. Una scelta di certo non presa a cuor leggero, ma necessaria e dettata da un forte senso di responsabilità, anche nei confronti della la comunità e delle altre associazioni sportive. 

Con cinque discipline attive (canottaggio, nuoto, vela, triathlon e tennis) muoviamo buona parte dello sport salodiano, quindi l’intenzione era quella di trasmettere un messaggio forte e inequivocabile. Lo sport abitua gli atleti al sacrificio e noi ne abbiamo chiesto uno molto duro ai nostri atleti: rinunciare ad allenarsi e partecipare alle gare, mentre gli atleti di altre società si allenavano.

Nonostante lo sconforto iniziale, nessuna polemica, anzi, piena comprensione e sostegno da parte delle famiglie.  

Mentre per gli altri nostri discipline lo stop è stato completo, per il canottaggio si è trovata qualche soluzione. Gli allenatori hanno portato i remoergometri a casa degli atleti, preparato schede di allenamento e hanno continuato a motivarli e loro hanno risposto con tutta la passione che avevano. Ne è valsa la pena? Sì. 

Abbiamo anteposto la sicurezza e la salute delle nostre squadre e siamo riusciti comunque a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Gli atleti del canottaggio sono stati i primi a tornare a regatare. Sabato 20 e domenica 21 marzo, seguiti dagli allenatori Francesco Niboli e Andrea Bortolotti, a Piediluco (Terni) erano presenti per il classico appuntamento che segna l’inizio della stagione remiera: il Primo Meeting Nazionale over 15 riservato alle categorie Ragazzi, Junior e Senior.

La pluricampionessa Vittoria Tonoli ha conquistato l'oro nel singolo Under23, risultato che vale doppio in quanto prova selettiva per le prossime manifestazioni internazionali, raggiungendo anche il secondo posto nel doppio Under23, quarto assoluto Senior, in equipaggio misto con la Canottieri Gavirate.

Carlotta Zanca e Giulia Macchia hanno vinto la medaglia d’argento nel doppio Ragazze, mentre Priscilla Olivetti e Chiara Bertelli si sono piazzate invece al quarto posto nel 4 senza Senior, in equipaggio misto con la Canottieri Caprera, e nel 2- Senior al settimo posto assoluto, terze Under23.

Al Meeting Nazionale di Società invece, riservato alle categorie agonistiche giovanili e master del Nord-Ovest, che si è svolto sabato 27 e domenica 28 marzo a Candia (TO), sono scese in acqua otto atlete tutte salite sul podio.

Hanno infatti conquistato la medaglia d’oro Arianna Apollonio, Alessia Soncina, Lia Spiazzi e Costanza Tonoli nella gara del quattro di coppia Over17, mentre nel doppio Under17 hanno primeggiato Camilla Zanni e Laura Benedetti.

Medaglia d’argento ancora per Camilla Zanni e Laura Benedetti, in equipaggio con Anna Salvadori e Anna Benedetti, nel quattro di coppia Under17, e per Arianna Apollonio e Lia Spiazzi nel doppio Over17.

I risultati ottenuti al Meeting di Piediluco vanno oltre ogni nostra migliore aspettativa. Sono state gare di alto livello tecnico e ci siamo fatti trovare pronti. Il Meeting di Candia chiude la prima sessione di gare della stagione. Siamo contenti di aver potuto far gareggiare tutti gli atleti che avevamo a disposizione e ancor più dei loro risultati. Atleti e allenatori sono stati straordinari nell’aver sopperito alle lacune con tanta determinazione e orgoglio!”, commenta Stefano Melzani, direttore tecnico della sezione canottaggio.

Anche sei atleti della nostra squadra vela Optimist, dopo un lungo periodo di stop forzato, hanno partecipato alle Selezioni Interzonali di Gravedona - Alto Lario (CO) sabato 27 e domenica 28 marzo. Dopo sei prove su nove programmate, Pietro Rizzi e Margherita Martarelli si sono aggiudicati la qualificazione alle selezioni nazionali, valide per l’accesso al campionato Europeo, che si svolgerà in Spagna a giugno, e al Mondiale, in programma a Riva del Garda per inizio luglio.

Siamo stati ad un passo dal qualificare quattro atleti, ma siamo comunque contenti del risultato di Pietro e Margherita. I ragazzi erano euforici di essere potuti scendere in acqua e la speranza è di tornare presto a regatare. L’organizzazione è stata efficiente sia in acqua, ma soprattutto per la sicurezza a terra”, commenta Marco Baruzzi, che della Canottieri Garda è responsabile tecnico della sezione Vela e allenatore della squadra Optimist.