BARCHE IN ACQUA, SI TORNA A REGATARE ALLA SALO’ SAIL MEETING

Non c’è che dire, vedere di nuovo il Golfo di Salò colorato dagli spinnaker sembra ridare fiducia e serenità, un po’ come gli arcobaleni che ci hanno infuso speranza nell’emergenza.

La tradizionale Salò Sail Meeting, regata valida per il campionato zonale dei monotipi del Garda, quest’anno ha festeggiato la sua 35^ edizione ospitando 16 Dolphin e 12 Protagonist, nel fine settimana del 18-19 luglio.

Ammettiamolo, i numeri non sono gli stessi rispetto agli anni passati, calo dovuto soprattutto allo stop (speriamo temporaneo) di alcune classi, ma l’entusiasmo per questo evento sembra con diminuire mai, soprattutto da parte dei regatanti, che sono scesi in acqua carichi, alcuni fin troppo agguerriti!

Tutto è sembrato quasi normale, nonostante alcune limitazioni e regole imposte giustamente dal protocollo federale, ma che nel complesso non hanno compromesso la riuscita della regata.

Tra i Dolphin 81 ha vinto Achab di Luca Nassini (Circolo Vela Gargnano), che al timone della sua barca si è aggiudicato anche il Trofeo Salò Sail Meeting, riservato al vincitore della classe più numerosa. Al secondo posto Baraimbo II, di Zeno Razzi, con al timone Giovanni Pizzati e al terzo posto N’do It, del timoniere armatore Francesco Crippa, nonché presidente della classe (tutti Fraglia Vela Desenzano).

Lorenza Mariani (Canottieri Garda) ha dominato la classifica dei Protagonist 7.5 al timone di Casper, seguita da Matteo Giovannelli (Circolo Vela Gargnano) su Avec Plaisir e al terzo posto  Andrea Taddei su Whisper, vincitore come primo timoniere-armatore anche del Trofeo perpetuo “Per Maurizio Brunelli”, storico socio dell’Associazione Vela Crema, co-organizzatrice dell’evento.