130 anni di Canottieri

Lo scorso 6 agosto, con qualche giorno d'anticipo sulla data ufficiale, abbiamo festeggiato i primi 130 anni di storia nel grande parco estivo del nostro Polo Sportivo.
Era infatti il 10 agosto 1891 quando veniva firmato l’atto costitutivo che avrebbe dato vita alla Società Canottieri Garda Salò.
L’appuntamento è stato l’occasione per inaugurare anche i due campi da Padel che ampliano l’offerta del Tennis Salò Canottieri e lo Spray Park con giochi a getto d’acqua, pensato per bambini dai 3 anni in su.
Due investimenti che hanno rinnovato gli impianti comunali gestiti dalla nostra società, segnando anche simbolicamente un momento di rinascita.

“130 di vita sono un bel traguardo per un'associazione nata dalla buona volontà di quattro lungimiranti cittadini salodiani nel lontano 1891. Festeggiarli nel periodo più difficile della nostra storia recente, segnato però anche da importanti successi sportivi, è un motivo di grande orgoglio. Oggi, ripartire con le nostre atlete e i nostri atleti impegnati nelle gare e tanti bambini e ragazzi che introduciamo alle diverse discipline ci fa sentire più giovani che mai” ha sottolineato il presidente Marco Maroni. 

Era presente alla serata anche il Sindaco di Salò, Gianpiero Cipani, a cui abbiamo rivolto qualche domanda sul rapporto tra la Canottieri e la città.


Cosa significa la Canottieri per Salò?

Per capirlo basta pensare che la maggioranza delle realtà sportive salodiane sono gestite dalla Canottieri, che è stata capace di risollevare con la sua professionalità anche il Tennis, che da anni era in netta decadenza. Grazie alla nuova gestione dei campi e del bar infatti il club è rinato e con le piscine e la palestra crea un vero e proprio Polo Sportivo, diventato ormai un’eccellenza.

Tra le nostre cinque discipline, quale la incuriosisce di più?

Da giovane giocavo a tennis, e anche se ora non pratico più sport, mi incuriosisce il Padel perchè è la novità del momento. Sebbene la Canottieri sia sempre stata legata soprattutto agli sport acquatici, la società sta facendo un ottimo lavoro anche con il triathlon e il tennis.

Quale augurio vuole fare alla Canottieri per i suoi 130 anni?

Auguro a Salò che la Canottieri continui a operare con lo stesso spirito di servizio e professionalità, uno spirito non speculativo, ma carico di passione, valorizzando la città. E’ un augurio che faccio a me stesso e alla città.